Oggi parleremo di affiliate marketing, una componente importante dell’online advertising, vista la sua enorme affermazione nel mondo e gli indubbi punti di forza e la potenziale remunerazione per i publisher, e cioè “te”, editore di un sito. 

Cos’è l’affiliate marketing

L’affiliate marketing – e cioè il marketing di affiliazione – si basa sulla condivisione dei ricavi tra i due principali protagonisti di questa collaborazione: i publisher appunto – voi cioè – e i brand (o merchant o advertiser), e cioè chi vuol promuovere o vendere un prodotto o un servizio attraverso il “vostro” sito. Ma chi è interessato al “vostro” sito? Potenzialmente tutti ma in special modo qualche categoria o tipologia di prodotti, e per far incontrare domanda con la giusta offerta ecco che appunto che viene in soccorso l’affiliate marketing.

Come funziona?

Il meccanismo è semplicissimo: prendete una commissione su tutte le vendite effettuate (o anche l’iscrizione ad un servizio, ad esempio, a seconda dell’obiettivo che vi viene preannunciato in fase di accordo) attraverso il link (testuale in un articolo, di un banner display e così via) inserito nel vostro sito.

Fantastico quindi, soprattutto perché in un certo senso vi consente di vendere online senza tutte le difficoltà, i rischi e le infrastrutture necessarie di un e-commerce, specializzando e contestualizzando la vostra proposta di brand partner con quelli più inerenti al tema del vostro blog.
Sì, perché vi è pure dato scegliere, ammesso naturalmente che il brand sia interessato al vostro sito.

Il ruolo del “network di affiliazione”

Sì, è possibile scegliere i brand e i prodotti/servizi a patto che, naturalmente, a questi brand interessi il vostro di sito… Diciamo che questo matching tra domanda è offerta è svolta da portali specializzati, i network di affiliazione (come Awin, appunto), che raccolgono le esigenze di promozione dei brand e le offrono, con sistemi più o meno trasparenti e intuitivi, a piccoli e grandi editori.

Per dirlo sin da subito e con estrema chiarezza: con Awin io mi trovo benissimo. Portale in italiano fatto benissimo, reportistica puntuale e chiara, estrema facilità a cercare nuovi brand (per categoria merceologica, CTR e mille altre performance medie ecc) e lo stesso anche con le creatività e i prodotti offerti (i vari banner ad esempio, con creatività di dimensioni differenti per adattarsi al meglio al vostro layout).

Alcune informazioni di approfondimento

La tipologia di sito e di promozione offerta dal publisher può essere molto varia, e per tale ragione può o meno rientrare tra le aspettative o le esigenze del merchant. Può capitare infatti, ma non è affatto un dramma viste le centinaia di alternative, di vedersi rifiutata l’iscrizione ad un programma. Anche perché, oltre al semplice display su siti di contenuto più o meno coerente al prodotto, si potrebbe offrire tanto altro: codici sconto, newsletter, cashback, search social media, retargeting, comparazione di prezzi.

Se sei un publisher, dunque, tramite un programma di affiliazione potrai monetizzare il traffico del tuo sito semplicemente promuovendo i prodotti di un brand sulla tua pagina web, pur non essendo una piattaforma e-commerce e non vendendo alcun prodotto. Basterà “semplicemente” dare visibilità a questi prodotti.
E la parte più bella è che aderendo a programmi di affiliazione, ossia diventando un affiliato, hai la possibilità di avere a che fare con una gamma di merchant molto ampia e selezionare quindi gli advertiser più adatti ai tuoi contenuti e di diversi settori di appartenenza: retail, travel, telecomunicazioni, settore dei servizi e finanziario.

3 ottime ragioni per aderire ad un network di affiliazione

  • Grande scelta di merchant e quindi ottime possibilità di reperire brand e prodotti/servizi inerenti con il nostro progetto editoriale o con il nostro modo di essere e pensare. Si “sceglie” quindi quale pubblicità erogare nel proprio sito, di chi e come, e non la si subisce con la tradizionale rivendita dello spazio;
  • L’affiliazione, che molti infatti paragonano ad un’e-commerce senza rischio di impresa, è una tipologia di advertising che non comporta rischi diretti di alcun tipo, basandosi esclusivamente sulle performance ottenute;
  • Un programma di affiliazione ben congegnato contribuisce ad aumentare in media il 35% le vendite e-commerce. Per cui, osservando il dato dalla parte opposta della filiera, possiamo intuire l’enorme mercato potenziale per i giusti publisher

Cominciamo quindi? Awin è senza dubbio il migliore

Il logo di Awin

Il gruppo Awin è il più grande network di questo settore. Nato dalla fusione tra Zanox e Affiliate Window, mette a disposizione il proprio database di centinaia di migliaia di affiliati (oltre 200.000) con i quali i merchant possono collaborare e proporre creatività e prodotti da promuovere.
Con oltre 6,2 miliardi di euro in revenue generate, 15 sedi nel mondo, 900 dipendenti e quasi 30.000 clienti (merchant) Awin è certamente il primo player del settore, ed è anche la piattaforma con la miglior interfaccia utente e quindi anche il punto di inizio per chiunque voglia approcciare il marketing di affiliazione.

Iscriversi è facilissimo: andate su Awin, seguite le indicazioni, personalizzate il vostro profilo e candidate i vostri siti e poi iscrivetevi ai programmi. Il consiglio è però quello di ragionare bene su una strategia, ricercando coerenza tra tipologia di brand, di prodotto o servizio e i vostri lettori / follower ecc. Se riuscirete davvero a far incontrare le reciproche esigenze, se il link o il banner proposto è nel post, o più in generale “nel posto” giusto, potreste davvero “svoltare”, proporzionalmente ai numeri che i vostri canali sono in grado di offrire.

Altri programmi di affiliazione. Ecco i migliori

Ripeto, Awin è oggettivamente il massimo, ma esistono alternative, competitors agguerriti e soluzioni innovative o comunque differenti che potrebbero fare al caso vostro. Non amo parlare di servizi che non conosco e utilizzo realmente, per cui ciò che segnalo è solo ciò che mi sento davvero di consigliare, una volta effettuata la prova – e spesso la cancellazione – di una lunga serie di alternative bocciate. Per cui, di certo esistono elenchi più esaustivi, ma correreste il rischio di perdere tempo in iscrizioni pressoché inutili, in prove, istallazioni, distrazioni e quindi mancati guadagni.
Per cui eccovi i migliori programmi di affiliazione, che proverò ad aggiornare nel tempo in case di novità, facilmente integrabili nella stragrande maggioranza delle attività online:

  • Awin
  • Amazon
  • Aliexpress
  • ClickBank Italia

Amazon? Un programma di affiliazione di Amazon?

Sì, Amazon fa anche questo, ed ovviamente sa fare bene anche questo. Anzi, come accade in tutti i comparti in cui opera, in genere gioca su un campionato differente dagli altri. Semplicemente l’esistenza di un programma che consente di avere una commissione in caso di acquisto di un prodotto Amazon da parte di un tuo contatto, beh, obbliga noi a parlarne e a te a prenderlo in considerazione come freccia da aggiungere alla tua faretra. In moltissimi casi, linkare un prodotto specifico (recensito ad esempio in un post) o un’intera categoria di prodotto (immagina ad esempio a dei manuali tecnici all’interno di un blog tematico), significa da un lato offrire un servizio all’utente e dall’altro moltiplicare esponenzialmente le proprie occasioni di monetizzazione. Ti si è accesa qualche lampadina? Quale prodotto potrebbe interessare, a corredo delle tue informazioni, ai tuoi utenti?

Se ti interessa l’argomento, e immaginiamo di sì, ne parliamo specificatamente qui.
🙂

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here